Glaucoma

Che cos'è?: il glaucoma è una patologia che colpisce il nervo ottico, organo fondamentale per la trasmissione degli input visivi dall'occhio al cervello. Una lesione di questo sistema così importante perciò può causare ipovisione (visione inferiore ai 3/10) fino ad arrivare, nei casi più gravi, alla cecità. Tale patologia prende anche il nome di “visione tubulare” in quanto, negli stadi più avanzati, si tende a perdere progressivamente la visione periferica. Il glaucoma è una condizione causata da una troppo elevata pressione del fluido all’interno dell’occhio (humor acqueo). Questa pressione, chiamata pressione intraoculare, rischia di danneggiare il nervo ottico che permette agli stimoli di viaggiare dalla retina al cervello. La lesione del nervo ottico si traduce così in una progressiva alterazione del campo visivo, il quale tende lentamente a restringersi fino, nei casi peggiori, alla sua completa scomparsa. Di solito si sviluppa lentamente, nel corso addirittura di anni in cui la patologia risulta asintomatica, non permettendo al soggetto colpito di muoversi verso una cura del problema in quanto molto spesso non consapevole di soffrire di questa malattia.

Come si cura?: la cura più efficace del glaucoma, oltre alla diagnosi precoce, è rappresentata da colliri specifici che permettono di abbassare la pressione intraoculare. Questi trattamenti però necessitano di monitoraggio e visite di controllo periodiche in quanto i medicinali somministrati potrebbero presentare effetti collaterali che è bene verificare grazie al consulto con il proprio medico o oculista.

Tecniche e metodi di trattamento: per quanto riguarda i trattamenti chirurgici, essi non risolvono il problema di vista: risultano efficaci infatti soltanto per la riduzione della pressione intraoculare, mantenendo purtroppo tutti quelli che sono i deficit derivati dal glaucoma, per questo motivo vengono consigliati come ultima soluzione possibile. Nel decorso postoperatorio inoltre possono insorgere complicazioni quali: infezione, emorragia interna e aumento dell’opacità del cristallino, spingendo lo specialista a consigliare l’intervento solo nel caso in cui terapie alternative non risultino efficaci.

Dolore e controindicazioni: essendo inizialmente asintomatico, il glaucoma non procura alcun disturbo, quindi qualsiasi soggetto sano, con una perfetta acuità visiva, potrebbe soffrirne. La riduzione della vista infatti riesce ad essere diagnosticata in una fase in cui purtroppo la patologia è già ad uno stadio avanzato. È necessario perciò, in questo caso, provvedere subito con i farmaci appositi per evitare di aggravare la situazione. Le soluzioni migliori e meno invasive risultano comunque la laser terapia e la cura con farmaci specifici.

A chi rivolgersi per Richiedere Info o Fissare una Visita?
Presso gli Oculisti o i Centri Laser selezionati dal Nostro Portale, specializzati nella cura del Glaucoma, è possibile risolvere questo tipo di Difetto Visivo. Ci sono Centri Oculistici Selezionati in tutta Italia:



Ultime Richieste su GLAUCOMA Ricevute al:  20/08/2017
 


Richiedi Subito e Gratuitamente Informazioni >>


 

Richiesta informazioni 

Voglio essere richiamato

Invia richiesta GRATIS

Newsletter